Interviste Internazionali

Robert Crispens, Morelo

Premium class motorhome

Morelo è sinonimo di motorhome di prima classe, tra i migliori al mondo.
Con questa idea, in pochi anni, Morelo è diventata uno dei costruttori di veicoli ricreazionali di lusso che ha maggior successo in Europa

Il progetto Morelo è iniziato nel 2010, con un prototipo al Caravan Salon. Oggi l’azienda costruisce oltre 530 veicoli di lusso all’anno, in uno degli impianti di produzione più moderni della Germania. MORELO offre attualmente otto serie, ha circa 430 dipendenti ed è rappresentata in Germania da oltre 15 società commerciali. Gli amministratori delegati sono oggi Reinhard Löhner e Robert Crispens: quest’ultimo, giovane padre di famiglia, ha già avuto molto successo in azienda ed è diventato un prezioso membro della famiglia Morelo.

Camper Professional: Morelo è stato un fenomeno degli ultimi anni, ed è entrato in un mercato difficile. Come è nata e come si è sviluppata l’azienda?

Robert Crispens: Negli ultimi anni, Morelo si è posizionata come fornitore leader nel segmento di mercato dei motorhome di lusso e ne è il principale produttore in Europa. L’azienda è stata fondata da Jochen Reimann nel 2010 e la produzione è iniziata nel 2011 a Schlüsselfeld. Per rendere possibile l’impressionante sviluppo che abbiamo avuto in questi anni, MORELO ha investito continuamente nell’espansione dell’impianto principale. L’ultima fase della costruzione ha compreso l’aggiunta di un capannone produttivo di 3.600 m², incluso un prolungamento della linea produttiva. Poiché anche l’area vendite e l’area espositiva sono cresciuti di 715 m², lo stabilimento Morelo misura oggi 15.300 m². Presto costruiremo un secondo, grande impianto.

Camper Professional: Quali sono i legami dell’azienda con il gruppo Knaus Tabbert?

Robert Crispens: Morelo fa parte di Knaus Tabbert Aktiengesellschaft dal 2020. Tuttavia, operiamo come azienda completamente indipendente.

Camper Professional: Qual è stato il maggior numero di veicoli prodotti in un anno? E in quale anno?

Robert Crispens: Siamo stati in grado di aumentare continuamente la nostra produzione per quasi 10 anni. Pertanto, lo scorso anno, il 2022, è stato il nostro anno più produttivo fino ad oggi, con 532 motorhome di prima classe.

Camper Professional: Se un cliente ordina oggi un Morelo, quanto tempo aspetta per averlo?

Robert Crispens: Dipende dal modello a cui i nostri clienti sono interessati. Per i veicoli su telaio Iveco Daily, ad esempio un Morelo Palace, il tempo di consegna attuale è di circa 18 mesi. Con i modelli grandi, come il nostro Morelo Grand Empire, i clienti devono pazientare ancora di più: il tempo di consegna è attualmente di circa 24 mesi.

Camper Professional: Quale area copre il sito di produzione? Quanti dipendenti avete? Quali sono le best practice di cui siete più orgogliosi?

Robert Crispens: Al momento abbiamo una superficie di 130.000 m2 che corrisponde a circa 20 campi da calcio. Circa 460 dipendenti lavorano attualmente presso Morelo a Schlüsselfeld. Siamo molto orgogliosi di essere diventati in un tempo relativamente breve il marchio più popolare per i motorhome di lusso in Europa, e di godere di un alto livello di fedeltà al marchio da parte dei nostri clienti.

Camper Professional: Sviluppate internamente il design dei prodotti o vi avvalete di studi esterni?

Robert Crispens: Collaboriamo da molti anni con un rinomato studio di design che ha creato il linguaggio dinamico e inconfondibile di Morelo e lo sviluppa costantemente. L’incoraggiamento dei nostri clienti ci dimostra che siamo un passo avanti in termini di design.

Camper Professional: I vostri motorhome sono tra i più costosi oggi commercializzati in Europa: come giustificate un prezzo così alto?

Robert Crispens: Molto semplicemente: i migliori materiali e la passione artigiana. Più del 70 per cento dei costi per un motorhome Morelo First Class sono dovuti ai materiali.

Camper Professional: Chi è il vostro cliente tipo?

Robert Crispens: La maggior parte delle volte abbiamo a che fare con coppie di età compresa tra i 55 e i 70 anni, che spesso si sentono però più giovani. Di solito lui è il referente per la tecnologia, mentre a lei piace occuparsi del design degli interni. I nostri clienti spesso vogliono godersi la pensione dopo una vita di lavoro, e realizzare così i propri sogni. Le loro passioni sono i viaggi, e godersi la vita e la natura. Finanziariamente sono benestanti, ma vogliono sapere che i loro soldi sono ben investiti e hanno sempre bisogno di contatti affidabili.

Camper Professional: Inflazione, guerra in Ucraina e incertezza diffusa: questi fattori, così incisivi in questo momento, influenzano le scelte dei vostri clienti? Oppure la capacità di spesa e le intenzioni di acquisto del cliente Morelo sono rimaste invariate?

Robert Crispens: Durante le crisi economiche, il segmento del lusso viene solitamente risparmiato per lungo tempo. Fortunatamente, la domanda per il nostro marchio Morelo è ininterrotta. Ovviamente è più difficile, per chi ha un reddito medio, effettuare un investimento o addirittura completarne uno quando l’inflazione è alta. I clienti del segmento del lusso di solito hanno abbastanza capitale per potersi permettere l’acquisto di un motorhome di prima classe senza alcun problema. Tuttavia, spesso è proprio una crisi che accelera una decisione di acquisto, poiché i clienti diventano consapevoli di quali siano gli aspetti della vita su cui vogliono concentrarsi.

Camper Professional: L’Europa impone molti vincoli alla guida di veicoli oltre i 3.500 kg di massa lorda. Queste restrizioni limitano le vendite dei vostri prodotti?

Robert Crispens: I nostri veicoli partono da una massa totale consentita di 5,6 tonnellate. Il nostro ultimo modello, il Morelo Grand Empire 120 GSB / GSO, ha un peso totale consentito di 26 tonnellate, quindi è necessaria una patente di guida per camion. Per tutti gli altri veicoli fino a 7,49 tonnellate è sufficiente una patente di guida C1 o la vecchia classe 3, quest’ultima per i possessori di patente di guida che hanno superato l’esame prima del 1999. Molti clienti Morelo vorrebbero passare alla classe “liner”, ovvero oltre 7,5 tonnellate. A tale scopo, offriamo loro corsi su misura in collaborazione con una scuola guida, in modo che possano sostenere l’esame direttamente presso Morelo in un ambiente familiare.

Camper Professional: Su quali settori di mercato siete presenti al momento?

Robert Crispens: Ci concentriamo esclusivamente sul segmento del lusso, nel settore dei motorhome. Offriamo diverse classi di veicoli, che si differenziano per dimensioni e livello tecnico. Ci sono molte opzioni di personalizzazione: non abbiamo mai costruito due camper esattamente uguali. Tuttavia, le opzioni sono limitate, per esempio in termini di colore del legno o di planimetrie, sebbene offriamo una gamma notevolmente ampia di layout e di equipaggiamenti.

Camper Professional: State pianificando un’espansione in altri mercati?

Robert Crispens: Non ancora. Ma come dice il vecchio proverbio, “mai dire mai”.

Camper Professional: Cosa significa essere un dealer Morelo? Ci sono requisiti speciali?

Robert Crispens: Richiediamo una buona competenza nella vendita di motorhome. Un concessionario ha il compito di fornire ai clienti un supporto completo, soprattutto nell’area post-vendita. Ciò significa che il rivenditore deve dimostrare competenza nell’assistenza in tutte le aree che possono essere rilevanti per i motorhome di grandi dimensioni: dal know-how nel campo della vetroresina alla carpenteria, dall’idraulica all’impianto elettrico. Lo spettro è molto ampio.

Camper Professional: Pandemia e conseguente mancanza di forniture: quali problemi avete dovuto affrontare? Qual è la situazione attuale?

Robert Crispens: La crisi dovuta al Coronavirus ha colpito duramente anche noi. Fortunatamente siamo riusciti a mantenere in funzione la produzione senza restrizioni drammatiche. Tuttavia, spesso non siamo stati in grado di consegnare i veicoli perché mancavano componenti importanti, come il wc. Al momento abbiamo la situazione sotto controllo, grazie al grande supporto dei nostri fornitori.

Camper Professional: Come prevede che si evolverà il mercato della classe premium nei prossimi anni?

Robert Crispens: La pandemia di Covid-19 ha contribuito a far sì che molte persone scelgano di viaggiare nel proprio camper come opzione “sicura”. Una frase che è stata spesso pronunciata dai nostri clienti negli ultimi due anni è: “Ora o mai più” – e questo la dice lunga. Un fattore importante che potrebbe influenzare la crescita del mercato è lo sviluppo di tecnologie che possono essere integrate nei camper di lusso. In futuro, i clienti potrebbero esprimere una maggiore richiesta di veicoli dotati di tecnologie come i sistemi di guida autonoma, i sistemi di monitoraggio intelligente e i sistemi di intrattenimento avanzati. Nel complesso, tuttavia, è difficile prevedere l’esatta evoluzione del mercato nei prossimi anni poiché dipende da molti fattori tra cui gli sviluppi economici, politici e sociali.

Camper Professional: Cosa vi differenzia dai vostri competitor?

Robert Crispens: Anche i nostri concorrenti costruiscono bellissimi camper. Quindi ciò che noi facciamo, soprattutto, è mettere i nostri clienti al centro di tutti gli sforzi che compiamo: vogliamo che i clienti si sentano in buone mani, desideriamo che si sentano capiti.

Camper Professional: Avete mai pensato di produrre un veicolo per patenti B entro i 3.500 kg?

Robert Crispens: Certo, pensiamo regolarmente a queste possibilità, ma al momento non ci sono piani concreti al riguardo.

Camper Professional: Può elencare 10 caratteristiche che rendono Morelo un veicolo unico?

Robert Crispens: I nostri motorhome sono progettati, sviluppati e costruiti da camperisti per camperisti. Dal punto di vista tecnico e tecnologico sono all’avanguardia, e vengono continuamente testati nell’uso pratico. Noi siamo in costante dialogo con i nostri clienti e prendiamo molto sul serio le loro esigenze e i loro desideri.
Abbiamo standard elevati quando si tratta di design e funzionalità e non ci accontentiamo di soluzioni “a metà”.
Ciò di cui siamo orgogliosi, poi, è che i nostri veicoli sono davvero adatti per l’inverno: un viaggio a Capo Nord in inverno a -36°C? Nessun problema con un Morelo First Class.
Il nostro centro service, con punti di assistenza professionali per tutte le esigenze post-vendita, contribuisce notevolmente alla soddisfazione del cliente.

Camper Professional: Come fidelizzate i vostri clienti? Avete partnership con campeggi? Organizzate eventi? Avete un’attività di marketing specifica? Siete direttamente coinvolti in club e associazioni di camperisti?

Robert Crispens: Alcuni anni fa abbiamo lanciato il club dei clienti Morelo VIP. L’iscrizione è completamente gratuita per i proprietari di Morelo e consente grandi esperienze che non si possono comprare col denaro. Ad esempio, la nostra serie di eventi “Morelo am Ring”: allestiamo il nostro Morelo fan camp direttamente nel paddock del Nürburgring in occasione di noti eventi motoristici, permettendo ai nostri ospiti di vivere momenti indimenticabili. Garantiamo anche momenti speciali durante il Morelo Lapland tour: slitte trainate dagli husky, motoslitte, renne e aurore boreali. I nostri ospiti sperimentano tutto questo in un tour guidato al circolo polare artico.
Infine, non dimentichiamo il nostro Morelo Open, annuale: un super festival che si tiene direttamente nello stabilimento Morelo di Schlüsselfeld. L’anno scorso siamo stati in grado di accogliere oltre 800 veicoli in quattro giorni, facendone uno dei più grandi raduni di motorhome in Europa. Oltre ai nostri grandi eventi, siamo sempre aperti al dialogo con i camper club privati, che accogliamo regolarmente nel nostro parcheggio interno con 52 posti, ad esempio per invitarli ai tour della fabbrica Morelo. I camperisti, qualsiasi brand abbiano scelto, da noi sono sempre i benvenuti!